Sessioni

Getting Started With WordPress Plugin Development (EN)

Presentato da Thomas Vitale in Track B.

WordPress Plugins are powerful tools that let us extend WordPress and turn it into whatever we want. What’s their secret? Join me if you want to know more about them and get started developing your own Plugin! I’ll tell you a story about magic, dangerous pirates, brave bowmen and ancient castles…

Writing testable code in WordPress (EN)

Presentato da Luca Tumedei in Track A.

If “WordPress is not testable” then why bother about testable code at all?
Because writing testable code is the first step to testing your code, testing your code is the first step to testing ALL your code, testing all your code is the first step to reduce shipping times, reducing shipping times is the first step to fast response to feature requests and bugs that makes clients happy.
And because the first sentence is less true every day.
Let’s find a definition of “testable code” that applies to both WordPress and the current practices of testing; let’s see how we can stop ignoring the elephant in the room and embrace testing with a sane approach that improves code and coders quality without leaving anyone out in the cold.
I will present real-world examples of new and existing code, the tools used to write and maintain testable code and some simple rule-of-thumbs to keep in mind when developing for our beloved CMS.

Closing Reviews

Presentato in Track CD.

This is when we all come together, share what we did during the day and celebrate our hard work with applauses and cheers 😉

Introduction and groupings

Presentato in Track CD.

Let’s learn together about all the ways you can contribute to WordPress!

A deep dive into VVV

Presentato da Daniele Scasciafratte in Track CD.

So you setup VVV on your computer and you are ready to go: do you have questions? We have answers!

A deep dive into the WordPress Project

Presentato da John Blackbourn in Track CD.

Everything you wanted to know about the project and how things works. Focus on Core: components, trac, weekly chats, coding standard, ecc…

Organizzare un WordPress Meetup: perché e come farlo.

Presentato in Track CD.

WordPress ci dà tanto e senza chiedere nulla in cambio. Ecco perché in moltissime persone si scatena la voglia di partecipare attivamente a questo progetto.
Partecipare a un meetup è sicuramente uno dei primi step per entrare a far parte della community WordPress locale. Ma se ne volessi organizzare uno tuo? Cosa è necessario sapere e come bisogna muoversi? Eccoti qui un piccolo resoconto di tutti i problemi e le gioie passate dagli organizzatori di un meetup in continua crescita.

Intro to the Theme Review Team

Presentato da Ulrich Pogson in Track CD.

Let’s learn together how to contribute to the Theme team.

Come fare un talk

Presentato da Daniele Scasciafratte in Track CD.

I Meetup WordPress e i WordCamp hanno bisogno di relatori che condividano la propria conoscenza e esperienza. Scopri come preparare un talk e divertirti con il tuo pubblico!

La traduzione è una cosa seria! Consigli al team Polyglots

Presentato da Francesca Manicardi in Track CD.

La traduzione è una cosa seria: a causa di una parola o un’espressione male interpretata ci possono essere conseguenze anche gravi. I traduttori volontari della Community WordPress fanno un lavoro straordinario, ma quasi nessuno di loro lo fa di professione.
Impariamo insieme qualche trucco e qualche strumento dei pro.

Decluttering WordPress (EN)

Presentato da Pascal Birchler in Track B.

As a developer working at a UX and WordPress agency, I’ve learnt a lot about common UI and UX mistakes. In this presentation, I will talk about how this knowledge helped us eliminate many pain points in WordPress itself and how this benefits the whole WordPress community thanks to open source.

From user registration to email notifications, I will highlight a few areas in WordPress that we thought were difficult to use, and how we solved these issues. This will include helpful advice for developers who want to learn more about UX and designers who want to start contributing to WordPress core.

Building a theme with AMPproject (IT)

Presentato da Laura Camellini in Track B.

Come costruire un tema con tecnologia AMPproject per wordpress, i passaggi di automazione fondamentali con esempi di codice php ed un confronto con l’uso dei plugin piu’ diffusi.

Getting the REST API ready for Multisite (EN)

Presentato da Felix Arntz in Track B.

The REST API is one of the three major focuses that Matt Mullenweg announced for this year. On the other hand, Multisite has always been a minor focus on the WordPress project, as the number of its users is relatively low. However, those few who maintain larger WordPress setups usually activate Multisite and need its functionality as much as ever.
With WordPress 4.7, the REST API content endpoints were merged into core – however without any proper handling of Multisite. The Multisite team has stepped forward and announced getting the REST API compatible as their primary goal for 2017.
In his session, Felix will talk about the efforts of bringing Multisite endpoints to the REST API and the challenges that arise as a result.

Gestione avanzata di WordPress con WP-CLI (IT)

Presentato da Andrea Cardinali in Track B.

WP-CLI è un ottimo strumento per abbattere i tempi di sviluppo e per automatizzare i task ripetitivi ed è un vero e proprio coltellino svizzero a disposizione dello sviluppatore. In questo talk parlerò di alcuni utilizzi avanzati e di come è possibile comandare i plugin realizzati attraverso WP-CLI

A Deep Dive into the User Roles and Capabilities API (EN)

Presentato da John Blackbourn in Track B.

The user roles and capabilities API is one of the most powerful APIs in WordPress. With it you can allow, deny, and customise access to features in WordPress to a fine grained level. In this presentation, I’ll talk through the basics and go on to explain some of the more interesting and advanced use cases of working with roles and capabilities.

Big little shame – A story of empowered user experience through localization (EN)

Presentato da Caspar Hübinger in Track B.

About half a year ago I gave a talk at a WordCamp in my country.

A big fat elephant had been sitting in the middle of the room since WordPress in had existed in our language, and at that WordCamp I pointed right at it.

I demonstrated how terribly frustrating the presence of that elephant was for people who got to sit in its shadow.

I also presented a plan to get the elephant out of the room in orderly fashion, and bring in unicorns instead.

Many people cheered when I had finished the talk. A few said nothing. Nobody argued the beauty of unicorns.

A couple of weeks later I went to Rosetta and proposed the localizing community should retire the elephant soon now.

Then I introduced the unicorns.
Hell broke loose.

Some people argued unicorns didn’t exist (while looking right at them), and what I had presented was unethical.

Others said the elephant had officially been approved to sit in the room, and as long as no official regulation existed to replace that statute, it would be beyond irresponsible to proceed removing an official animal from an official room, and besides, who believed in unicorns anyways.

A couple of people started to cast rocks.
Luckily, I had friends who helped me out.

When the sun finally came out again, we picked up our courage and moved on.

I kept looking after the unicorns.

I read books and articles about elephants and unicorns, and how that elephant possibly had become so official. And how unicorns were becoming official as well—slowly, but steadily.

—-

There is a filthy big little shame sitting in WordPress’ localized user interfaces, in many languages with grammatical genders: Women are discriminated by default. This talk addresses the need to solve that dilemma—and examples how it possibly can be solved.

Crea un tema compatibile con le ultime novità in WordPress (IT)

Presentato da Andrea Barghigiani in Track B.

La nostra amata piattaforma è cresciuta molto negli ultimi anni e ci sono caratteristiche che richiedono la nostra attenzione per poter creare temi accattivanti e che sfruttano le ultime novità di WordPress. Con questo talk sarai in grado di comprendere come sia possibile creare un tema compatibile con il Customizr, con la possibilità di includere i Post Template, includere file inline grazie alle funzioni dedicate e molte altre succose caratteristiche che ci permettono di diventare sviluppatori WordPress migliori!

Continuously delivering WordPress (IT)

Presentato da Giuseppe Mazzapica in Track B.

C’era una volta un tempo in cui il web master (figura semi-mitica ormai estinta) per mettere online un sito web si armava soltanto di un client FTP e tanta pazienza.

Oggi, invece, “DevOps”, “Continuos Delivery”, “Continuos integration”… non sono soltanto “buzzword”, ma anche pratiche con cui uno sviluppatore web professionale deve fare i conti giornalmente o quasi.

Questo talk espone una serie di strumenti e strategie per implementare un strategia di Continuous Delivery per moderni siti web basati su WordPress.

Battere Wikipedia in SERP è possibile: creare e gestire un Glossario come strategia di posizionamento in WordPress (IT)

Presentato da Eugenio Petullà in Track A.

Tra i tanti tipi di contenuto che si valutano nelle strategie di marketing quello enciclopedico viene preso sempre troppo poco in considerazione, spesso per paura di non poter competere con i giganteschi contenitori generalisti. Se pensate che Wikipedia sia insuperabile in SERP dopo questo intervento uscirete dalla sala con la voglia e i mezzi per provare a battere l’enciclopedia più grande al mondo al suo stesso gioco, ovviamente impiegando il nostro amato CMS WordPress.

Etichetta i tuoi contenuti: come progettare un menu efficace (IT)

Presentato da Dana Donato in Track A.

Come organizzare il menu di un sito sulla base dei suoi contenuti, dall’architettura delle informazioni alla scelta della tipologia di menù. Un’introduzione alle strategie di mapping—concettuali, tecniche e grafiche—che sono alla base di un sito che raggiunge i propri obiettivi.

Creazione di un sito di e-commerce: prontuario giuridico – pratico (IT)

Presentato da Dario Paschetta in Track A.

L’intervento è mirato a condividere e a discutere sulle norme nazionali ed europee più recenti attinenti lo sviluppo delle piattaforme di e-commerce sotto il profilo contrattuale (inclusa privacy e cookie policy e screen o web scraping) che della proprietà industriale (uso marchi).

Verranno illustrate le informazioni e i contratti che deve predisporre uno sviluppatore per fornire un sito/piattaforma compliance con la normativa europea e italiana sul consumo a un committente.

Si discuterà delle proposte (speriamo approvate) sulle nuove regole dell’Unione europea per la creazione del «mercato unico digitale per l’Europa».

Remote working: la mia esperienza in un team distribuito (IT)

Presentato da Federica Villata in Track A.

Il lavoro da remoto migliora il bilanciamento tra vita privata e lavoro, ha un minor impatto ambientale ed è un vantaggio economico per le aziende.
Non mancano però le difficoltà: richiede infatti disciplina, procedure e strumenti.
Vi racconto come stiamo affrontando questa sfida in Bitbull, azienda remote only, che si occupa di sviluppo ecommerce.

Il contratto di sviluppo di un sito WordPress (IT)

Presentato da Giorgio Trono in Track A.

Perché è importante avere un contratto? Quali sono le clausole indispensabili e gli errori da evitare?
Dai tempi di pagamento alla consegna dei materiali, dal diritto di autore alla manutenzione del sito: come avere un contratto che soddisfi te ed il tuo cliente.

Da 0 a 100mila pageviews/mese in sei mesi con WP (IT)

Presentato da Barbara Damiano in Track A.

Professione Blogger.
La mia ricetta per far crescere un blog verticale con WP: i plugin necessari, le caratteristiche dell’hosting, l’analisi del mercato, la redazione di un piano editoriale da urlo con SEO naturale.
Obiettivo: raggiungere la soglia di 100mila pv/mese per iniziare a monetizzare il blog.

Perché usiamo WordPress? (IT)

Presentato da Renzo Bassi in Track A.

Una guida semiseria per tutti i freelancer, gli account e gli sviluppatori che come me lavorano in agenzie e devono quotidianamente spiegare ai clienti perché si è deciso di usare WordPress per i loro siti.

Di come ho iniziato a lavorare per un popolare plugin WordPress pur essendo una principiante totale (IT)

Presentato da Alice Orru in Track A.

Hai mai pensato che lavorare con WordPress sia qualcosa che solamente gli esperti di tecnologia possono fare?
Pensi che il tuo essere principiante totale con WordPress non ti permetta di essere d’aiuto agli altri?

Vorrei condividere la mia esperienza su come ho iniziato a lavorare per una società WordPress, lottando contro la mia sindrome dell’impostore eppure riuscendo ad aiutare le persone rispondendo alle loro domande tecniche.

Sono sempre stata un’utilizzatrice standard di WordPress: la mia esperienza si limitava ad avere un blog su WordPress.com
Ma un giorno, dopo essere riuscita a risolvere un problema tecnico grazie al supporto di un agente Automattic, mi sono chiesta: come ha fatto questa persona a trovare lavoro con WordPress?
Sono così andata a curiosare la pagina ufficiale degli annunci di lavoro WordPress e ho trovato un annuncio di WP Media che cercava un agente di supporto multi-lingue da remoto per uno dei loro plugin.

Non avevo mai lavorato in ambito IT, eppure ho deciso di provarci lo stesso. Ho offerto la mia esperienza di lavoro nel servizio al cliente e la conoscenza di diverse lingue: ma non avevo nessuna conoscenza del codice e sapevo a malapena leggere HTML.
Come potevo essere capace di lavorare nel servizio al cliente per un plugin di cache?

Eppure i miei compagni di WP Media hanno voluto darmi fiducia. Sono entrata nel gruppo sentendomi inadeguata, come la Penny di The Big Bang Theory, circondata virtualmente da nuovi colleghi che mangiavano WordPress per colazione.
La parte più difficile è stata rendermi conto che non conoscevo veramente WordPress e che dovevo approcciarlo da un punto di vista totalmente nuovo, partendo dal back-end.

È così che ha inizio il mio percorso “impara WordPress da zero”, fatto da lezioni di PHP, video-chiamate quotidiane con i miei colleghi e centinaia di domande sul nostro canale Slack.

Da poco ho celebrato il mio primo anno di lavoro con WP Media e quasi non riconosco la Alice che non capiva le domande tecniche dei clienti e aveva paura di rispondere ai loro ticket di supporto su HelpScout.

Siete curiosi di conoscere il resto della storia?

Oltre il prodotto: Costruire, uno stile di vita (IT)

Presentato da Franz Vitulli in Track A.

Non c’è mai stata un’epoca nella storia dell’umanità in cui creare era più semplice di quanto lo sia adesso. Ma mentre, di solito, quando parliamo di “prodotti”, la nostra mente va a startup, applicazioni, software, siti, ebook, in realtà creare è un tratto che tutti, nella grande comunità del web, condividiamo: relazioni con i clienti, masse di utenti, team, carriere, decisioni, et cetera, possono essere considerati prodotti ed essere costruiti secondo le stesse modalità.

Essere una “product person” è una mentalità, e non necessariamente si riferisce a un prodotto in particolare. In questo talk, spiegherò come applico la mia identità di “product person” a tutto ciò che faccio: identifica un problema, stabilisci un obiettivo a lungo termine, crea una prima soluzione, testala, concentrati su cosa funziona, aggiusta o elimina ciò che non funziona, lancia, fai crescere. Non importa qual è o cos’è il prodotto di cui parliamo.

Questo talk è per chiunque nella comunità di WordPress voglia migliorare i propri processi o diventare una miglior “product person”.

Know your users (EN)

Presentato da Tammie Lister in Track A.

How can you truly create an experience without knowing who you are creating it for? Why does so much get made without user research? Why do so many creating experiences not run user tests or engage with their users at any point? It isn’t a privilege of the wealthy agency or invested company. In this talk I’ll show why knowing your users matters and how you can start truly understanding them to make a better experience.

I commenti sono chiusi